03 dicembre, 2022

Rituale di Luna Piena

Rituale di Luna Piena

La luna è la distributrice dell’energia solare sulla terra. Da sempre gli antichi hanno considerato le quattro fasi lunari (nuova o nera, crescente, piena e calante) durante le quali in virtù dei suoi flussi energetici si procedeva con rituali sia personali che con azioni più quotidiane, alcune delle quali ancora oggi in voga (semina, imbottigliamento vini, tagli erba, ecc..). Si consideri ancora come la luna ha influenze sulle maree e su altre attività naturali del pianeta.

Anticamente il calendario era lunare e i suoi mesi erano 13 e non 12 come introdotti invece il 4 ottobre 1582 da papa Gregorio XIII con la bolla papale Inter gravissimas che diede vita al calendario gregoriano, quello attualmente in uso.

Con la luna piena si ha la massima influenza energetica sia sulla Terra sia sui suoi abitanti. Tale influenza non si esprime solo il giorno del plenilunio, ma anche il giorno prima e quello immediatamente successivo. Pertanto i rituali possono essere svolti anche a ridosso del plenilunio vero e proprio.

 

Obiettivi

I rituali possono essere direzionati per lasciar andare ciò che nella tua vita non serve o per rituali più complessi di bando o per direzionare l’energia verso qualcuno o qualcosa. O semplicemente per omaggiare le Divinità legate alla Luna Piena. In questo breve articolo mi limiterò a dare indicazioni sul lasciar andare ciò che non desideri abbia più influenza nella tua quotidianità, o comunque a ridurne l’influenza esercitata.

 

Scegli il giorno

Con largo anticipo scegli la sera o notte in cui avverrà il Rito

 

Organizza il tuo spazio

Fai in modo che tu abbia tutto l’occorrente che ti serve in modo da non sospendere il Rito per mancanza di qualcosa

 

Occorrente base

  • 1 candela o 1 cero di color bianco o cera d’api
  • Fiammiferi
  • Offerte
  • Erbe da bruciare come offerte e per purificare come ginepro (bacche o aghi) e/o salvia. Se usi ginepro in un luogo chiuso assicurati che il fumo esca dalla stanza tramite una finestra
  • Bracerino per deporre foglietto
  • Matita

 

Inizia la Pratica

  • Accedi al tuo spazio con il corpo pulito e con abiti adatti al Rito
  • Accendi il cero e lascialo bruciare per almeno 10-15 minuti
  • Fai una purificazione del tuo corpo tramite erbe
  • Fai una preparazione meditativa (tempo soggettivo) portando attenzione alla tua postura e al tuo respiro e visualizzando la Runa Laguz:
  • Annota sul foglietto del tuo notes una o due cose o situazioni (interne od esterne) delle quali ti vuoi liberare
  • Fai una prima Offerta
  • Ad alta voce invoca la Divinità a cui ti senti legata usando parole libere e spontanee, chiedendo supporto
  • Leggi ad alta voce ciò che hai scritto nel foglietto, motivando il perché vuoi liberarti esprimendoti liberamente anche con le emozioni che possono emergere
  • Brucia il foglietto e depositalo nel bracierino
  • Fai un’Offerta di ringraziamento e chiusura
  • Ringrazia e chiudi il momento rituale lasciando bruciare completamente la candela o il cero
  • Mangia, bevi e passa momenti piacevoli da sola o in compagnia

 

Ottieni maggior potenza

E’ possibile creare un Sigillo Runico che portai usare sempre durante questo rituale annuale

 

Se sei interessato ad averlo personalizzato o a apprendere la ritualistica runica e magica

perché possa essere tu a predisporre questo ed altro, contattami: odino.ilvecchio@gmail.com 

 

Buon rituale!

 

A proposito di Laguz: Laguz si presta dunque molto bene ad essere runa di cambiamento e trasformazione, mutamento di flussi energetici, nonché runa di guarigione e prosperità.

In quanto legata all’Elemento Acqua è in grado di connetterci con le acque profonde dell’inconsciodove risiedono nascoste e dormienti le nostre conoscenze, ma ci può anche collegare con le parti dell’inconscio collettivo.

Tratto dal mio libro “Rune, la Conoscenza Arcana”, acquistabile scrivendo a editore@viandantedelnord.it




Post Correlati