Fylgja

Fylgja (singolare) o Fylgjur-Fylgjar (plurale), sono spiriti protettori che seguono, come attesta la parola stessa, l’individuo. L’Isnardi sostiene che la parola potrebbe essere connessa al concetto della placenta nella quale l’individuo era avvolto prima della nascita. Una sorta di veste che protegge il futuro nascituro prima in forma fisica (la placenta appunto) e poi in forma eterea e che si manifesta come spirito protettore. A questo proposito si faccia riferimento al concetto dell’Animismo, caro alla nostra Tradizione, concetto mediante il quale (molto sinteticamente) in Natura tutto ha un’anima. Questo spirito protettore, pur facendo parte dell’individuo può agire verso altri assumendo forma animale, benchè non sia da intendere propriamente come “Animale Totem”, concetto questo caratteristico di altre culture sciamaniche come quella dei nativi americani. Esiste anche una manifestazione femminile della Fylgja: quando si manifesta in forma di donna (Fylgjukona), il cui compito è quello di accompagnare l’individuo nella sua vita. In questo caso può divenire anche la sua consorte (colei che ne condivide la sorte). Se ciò avviene in forma solo eterea, alla morte dell’individuo essa si trasferisce ad un’altra persona della famiglia (ǽttarfylgja=fylgja della stirpe).

Immagine acquisita dal web

Questo concetto di Fylgja si sviluppa però nel tempo. Un’ipotesi è che potrebbe essere un intermediario per il contatto con gli Antenati. La Fylgja comunque ha in sè un aspetto molto individuale e non ha attinenze con l’Hamingja (spirito di fortuna) o con le Dísir.




Post Correlati

Questo sito utilizza cookie tecnici, cookie per condivisione sui Social Network e cookie analitici anonimizzati. Cliccando su accetta acconsenti all'utilizzo dei Cookie Vedi la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi