29 settembre, 2020

Re e pagliacci

Quanto viene distorto l’Etenismo oggi? In Italia sicuramente tanto. Ma la domanda da porsi è: a causa di chi? La risposta è semplice: a causa di persone che hanno indiscutibilmente seri problemi personali, edificando se stessi nel continuo tentativo di screditare tutti coloro che da essi prendono le doverose e necessarie distanze. Questi personaggi non meritano neanche di essere chiamati “eteni”, indipendentemente a quale fazione essi sostengano di appartenere. Sono individui che sporcano i Valori più sacri dei popoli antichi presso i quali l’Onore e la Verità ricoprivano un’importanza fondamentale. Le continue menzogne che escono da quegli orifizi chiamate bocche,  sono costruite per infangare e diffamare tutti coloro che non rientrano nei loro squallidi intenti ed ambienti. Che siano nuovi soggetti da attaccare o vecchi nemici, la noiosa tiritera non cambia: gruppi social utilizzati a doc per propinare agli incauti lettori le loro patetiche insinuazioni e diffamazioni. Atteggiamento comportamentale decisamente lontano dalle genti antiche delle quali elargiscono con così tanta enfasi precetti, dottrine e pillole di saggezza. Questi “leoni da computer” ben si guardano dal comprovare pubblicamente le loro inutili parole, perché in tal modo tutte le menzogne cadrebbero. Un viscidume mai visto… altro che Etenismo, altro che rivivificare Valori antichi…

E poi: come si fa a dare credito a chi strepita di Rune come se si avesse questa Conoscenza da tempi lontanissimi, quando si è iniziato a studiarle a luglio del 2014?? Come si fa a dare credito a chi blatera di Etenismo quando ci sono prove evidenti che già nel 2015 non ci si occupava di questo??

Vediamo se ho capito bene:

  1. fino al 2014 ci si occupa di stregoneria in generis e poco o nulla si ha a che fare con la Tradizione Nordica
  2. a luglio 2014 ci si approccia alle Rune come allieva presso altre realtà associative che propongono percorsi sui sacri simboli nordici. Si rimane così entusiaste della cosa che addirittura si invitano i docenti presso le proprie sedi per tenere corsi di formazione (luglio 2014)
  3. a settembre del 2015 si viene a sapere che esiste l’Etenismo e il culto norreno (ohibò…)
  4. nel 2016 si scrivono libri a tema (??)

E tutto questo mirabolante percorso iniziatico infarcito forse da qualche studio archeologico e o antropologico dovrebbe dare credibilità a chi si presenta come portatore di Conoscenze antiche e magari anche nascoste?

Immagine acquisita dal web

Sarà mica che tutto questo sparlare alle spalle altrui viene fatto per buttare fumo negli occhi a chi non si dà la pena di approfondire? Il dubbio rimane…. Del resto non basta mettersi litri di profumo addosso se non ci si lava da mesi: la puzza si sente comunque.

In sintesi: ciò che conta nella vita sono i fatti non le parole.

La menzogna non era tollerata nelle società arcaiche e non è tollerata ora. Almeno non da chi crede in certi Valori.

La Verità è uno di questi Valori. Non può essere elusa e non può essere sacrificata per nessuna ragione. La Verità è un Valore NON NEGOZIABILE!

Che importa cosa un individuo afferma? Che importa se la sua menzogna viene sostenuta da compari degni della feccia più nauseabonda? Che importa se ci si nasconde dietro titoli come “eteno, jarl, strega, archeologo, tradizionalista” e via dicendo… quando poi si viene presi a calci in culo e sbattuti fuori in blocco da rinomati gruppi accademici che trattano di Tradizione Nordica?

Forse un qualunque titolo del quale ci si fregia è automaticamente sinonimo di onestà intellettuale? O di valore umano? Oppure esclude mire e utilitarismi personali che ben poco o nulla hanno a che fare con i Valori dell’Esistenza? No, a mio parere.

Il Valore umano di un individuo si misura dai suoi comportamenti in ogni occasione nella quale egli si venga a trovare. Si osservi cosa un individuo si mette in bocca e cosa dalla sua bocca esce. Nutrimento. Se si continua ad emettere sterco dalla bocca, è perché dentro si è pieni.

Ave!

“Ti consiglio, Loddfáfnir,ed ascoltami, ne trarrai vantaggio, otterrai del bene, se lo farai: ovunque sentirai di una menzogna, dichiara che sia una menzogna e non fare pace con i nemici.”

                                                                                 Hávamál stanza 127




Post Correlati

Questo sito utilizza cookie tecnici, cookie per condivisione sui Social Network e cookie analitici anonimizzati. Cliccando su accetta acconsenti all'utilizzo dei Cookie Vedi la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi