24 gennaio, 2021

Vegvisir

“Il Vegvisir è un simbolo di origine islandese a carattere magico ritrovato in un manoscritto del 1880, l’Huld Manuscript, composto da Geird Vigfusson. Poco si sa circa questo simbolo se non che era abitudine tracciarlo sulle navi per non perdere la rotta nel cattivo tempo.
“Beri maður stafi þessa á sér villist maður ekki í hríðum né vondu veðri þó ókunnugur sá”, si traduce pressappoco con “Se qualcuno porta con sé questo simbolo, non perderà mai la propria strada nella tempesta o nel cattivo tempo, anche se percorre una strada a lui sconosciuta”.
Immagine acquisita dal web

Questa è la frase che accompagna il vegvisir, uno dei pochi simboli magici che sono stati trovati solamente in Islanda. Il vegvisir si può reperire steso in tre varianti:1. in forma quadrata come nel manoscritto di Huld. 2. in forma rettangolo-lineare, che ritroviamo sempre nel manoscritto in questione pur presentando delle differenze grafiche rispetto al primo. 3. all’interno di un cerchio (quello più conosciuto). Da segnalare comunque che tale simbolo ad oggi non risulta essere mai stato trovato su reperti rinvenuti di navi vichinghe e il fatto che appaia solo in Islanda nel 1880 potrebbe far sorgere dei dubbi sul suo uso da parte dei vichinghi. Un’ipotesi potrebbe essere quella che tale simbolo sia stato creato per scopi protettivi in ambito esoterico-spirituale e che il “non perdere la propria strada nella tempesta” sia un’allegoria del Percorso a cui un Iniziato è chiamato.”

Tratto dal libro “RUNE: LA CONOSCENZA ARCANA” di Massimo Nobili, edizioni Άsa-Ódhinn



Post Correlati

Questo sito utilizza cookie tecnici, cookie per condivisione sui Social Network e cookie analitici anonimizzati. Cliccando su accetta acconsenti all'utilizzo dei Cookie Vedi la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi