13 novembre, 2019

Longobardi in Italia

Il 2 aprile 568 i “Padri” intrapresero l’esodo verso il Friuli..con loro c’erano un bel numero di alleati: Svevi, Ostrogoti del Norico, Gepidi, Sarmati, Turingi, Avari e Sassoni.

L’ondata migratoria era composta da circa 200/300.000 uomini; dietro seguivano donne, bambini,vecchi, circa 100.000, con carri e con tutte le messerizie e una mandria di bestiame con 30.000 capi di bovini, 10.000 maiali, 10.000 fra pecore e capre.

Sono cifre enormi per l’epoca!!

Attraversarono le Alpi lungo a la strada Prevallo-Vipacco-Aidussina scesero a Cividale dove istituirono il primo Ducato.

Ad oggi ci sono paesi in tutto il Nord Italia che “portano” i loro nomi: Pertica Alta e Bassa, San Giorgio alle Pertiche, Fara Novarese, Fara di Soligo, Gambara, Gambarana, ecc..

Le Pertiche (unità di misura che usava anche il mio Nonno) erano questi pali alti conficcati nel terreno.

Mi piace credere, come lessi molto tempo fa, che erano così alti per farsi “vedere” al di là delle Alpi dai loro/nostri Avi.

Fabio Cozzi

Tutte le immagini sono tratte da: La migrazione di un grande popoli guerriero: i Longobardi, Quaderni del Seprio, 2008, Josca edizioni.




Post Correlati

Questo sito utilizza cookie tecnici, cookie per condivisione sui Social Network e cookie analitici anonimizzati. Cliccando su accetta acconsenti all'utilizzo dei Cookie Vedi la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi