24 gennaio, 2019

Άsa-Ódhinn: Associazione Culturale

Definiamo in prima battuta la differenza tra Spiritualità e Religione.

La spiritualità è un modo di percepire la vita come qualcosa che va oltre la materia tangibile e che valorizza l’esperienza personale di questa percezione.

La religione è invece un insieme di credenze e riti che coinvolgono più individui in un’esperienza comune di ciò che viene considerato sacro, con una o più divinità.

Entrambi i termini vengono spesso ed erroneamente trattati come sinonimi in quanto si dovrebbero riferire alla ricerca di contatto con una sfera superiore, nella quale si tende a cercare comprensione della vita e dell’oltre-vita, accoglienza e supporto da parte della divinità. C’è però una differenza fondamentale che si caratterizza in quest’epoca tra questi due termini: mentre la spiritualità è qualcosa di innato che si sviluppa all’interno dell’individuo come percezione di una necessaria ricerca di contatto con la sfera divina e che non necessariamente passa attraverso un sistema codificato di regole e riti, la religione è un tipo di pratica esteriore e formale con specifiche squisitamente dogmatiche e pertanto non sondabili dall’individuo: sono quindi caratteristiche che prevedono unicamente l’accettazione di tali verità, né discutibili, né verificabili.

La spiritualità è il motore che spinge l’individuo ad una ricerca di consapevolezza e verità interiore, mentre la religione dovrebbe essere il supporto esterno alla ricerca di tali verità, attraverso Pratiche volte non solo a mettere in contatto l’individuo con la sfera divina (interna ed esterna), ma anche a sviluppare una maggior comprensione attraverso il Mito. Dal canto suo il Mito è una narrazione investita di sacralità relativa alle origini del mondo e alle modalità con cui il mondo stesso e le creature viventi in esso si evolvono in un contesto spirituale e materiale. In tale contesto la religione attraverso il rito e la magia, elementi che sono strettamente connessi al  Mito e alla sfera del sacro, diventa un mezzo per giungere ad una conoscenza superiore che comprende la motivazione di ciò che accade nel mondo e la motivazione dell’esistenza stessa dell’individuo.

odhin-asatru
Immagine acquisita dal web

Ásatrú è una pratica spirituale religiosa nella quale ci riconosciamo che significa Verità-Fedeltà agli Ásen, la principale stirpe divina del pantheon nordico-scandinavo, il cui Padre degli Dèi è Odino. L’Ásatru, così come noi la pratichiamo, costituisce una Tradizione Etena autonoma di corrente “modernista”, comprendendo l’impossibilità di tornare letteralmente al mondo pre-cristiano. Contempla elementi della tradizione nordico-germanica riletti nel contesto moderno perché è in questo che attualmente viviamo. Propendiamo per la creazione di un mondo post-monoteista attualmente dominante, nel rispetto del Mito, delle Rune come archetipi e strumenti sciamanici e di una visione naturale e concreta che caratterizza la concezione della vita nel mondo nordico.

Il Sentiero che seguiamo è quello di Ása-Ódhinn.

L’Ásatru è una religione naturale che mira ad equilibrare gli aspetti materiali e spirituali della vita, nel totale rispetto dello sviluppo evolutivo e che considera l’eterno ciclo di vita-morte-rinascita in ogni cosa, nel susseguirsi delle stagioni come nell’intero universo, nella vita umana come in quella animale.

A questo proposito è stata creata un’Associazione che si prefigge, attraverso lo studio e la pratica di rivivificare, nell’ottica dei tempi attuali, la Vecchia Fede.

L’Associazione non ha scopo di lucro e non è affiliata ad alcuna fazione politica.

La politica deve essere l’applicazione sociale pregna di un sentito e vissuto spirituale, senza il quale diventa mero gioco di potere e sviluppo utilitaristico personale.

Struttura dell’Associazione-Comunità

L’Associazione è aperta a tutti e la sua finalità è quella di creare una Comunità Ásatru , non intesa come “Comune”, ma come luogo virtuale e fisico dove gli individui condividono esperienze di crescita basate su idee di vita comuni, unendo materialità e spiritualità. Poichè l’adesione a tale struttura si basa su una libera scelta dell’individuo, la partecipazione alla Comunità Ásatru è strutturata su 9 Cerchi.

Il Primo Cerchio è riservato ai simpatizzanti, cioè  a tutti quegli individui che condividono in linea di massima la filosofia della comunità stessa e si sentono vicini come concetti di base alla spiritualità nordica. Possono partecipare ad eventi di vario genere organizzati  e ai riti stagionali.

Nel Secondo Cerchio sono posti i sostenitori, cioè tutti coloro che supportano, nei tempi e modi da loro scelti, la comunità aiutandola a svilupparsi in forma più concreta (esempio con aiuti grafici, web e simili). Hanno tutti i benefici dei partecipanti al Primo Cerchio.

Il Terzo Cerchio è composto dai Viandanti, da coloro che desiderano intraprendere un percorso di conoscenza e consapevolezza e partecipare in modo più attivo.

Il Quarto, Quinto, Sesto, Settimo e Ottavo Cerchio identificano coloro che hanno fatto una scelta di vita legata alla nostra filosofia Ásatru, e partecipano attivamente allo sviluppo e alla crescita del gruppo comunitario. Possono ricoprire ruoli di responsabilità all’interno delle Casate.

Il Nono Cerchio è riservato ai Fondatori, a chi ricopre particolari ruoli di responsabilità con oneri decisionali. E’ accessibile a chiunque.

Le Casate sono ambiti specifici all’interno della comunità stessa. Il loro compito è quello di sviluppare settori legati alla Casata di appartenenza.

Le Casate sono cinque:

  • Casata della Terra (preposta a tutto ciò che riguarda l’habitat)
  • Casata della Sacralità (preposta ai Riti)
  • Casata dei Guerrieri (preposta alle Arti Marziali)
  • Casata della Medicina (preposta alla Guarigione)
  • Casata dell’Insegnamento (preposta alle relazioni sociali)

La facoltà di partecipare ad una o più Casate, dà la possibilità di seguire dei percorsi di crescita relativi ai settori specifici.

Tutti i percorsi all’interno dei 9 Cerchi non hanno finalità di lucro.

L’Associazione si sostiene con i contributi dei partecipanti e con eventuali contributi esterni che vengono comunque tutti re-investiti per lo sviluppo dell’Associazione stessa e dei suoi partecipanti.

corni-asatru
Immagine acquisita dal web



Post Correlati

Questo sito utilizza cookie tecnici, cookie per condivisione sui Social Network e cookie analitici anonimizzati. Cliccando su accetta acconsenti all'utilizzo dei Cookie Vedi la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi