14 aprile, 2024

Solstizio d’Estate

Solstizio d’Estate

Il Solstizio d’Estate, conosciuto anche come Midsommer, è il momento in cui il sole raggiunge la sua apoteosi. Da questo momento in poi, seppur in maniera impercettibile, la luce inizierà a perdere ogni giorno sempre più terreno sino ad arrivare nel suo punto più basso: quello del Solstizio d’Inverno. Midsummer, pur non essendo uno dei tre principali Blót considerati nell’antico Uppland svedese, si è guadagnato nella Tradizione un posto di rilievo. In epoca attuale esso si celebra il 21 di giugno ma è necessario ricordare nuovamente che il calendario antico non si basava sui 12 mesi del calendario gregoriano ma sulle 13 lune piene. Midsommer è pertanto un periodo che dura circa 15 giorni, tutto egualmente importante anche se spesso si da rilievo al solo suo culmine.

Midsommer è considerato l’inizio ufficiale dell’estate benchè gli Antenati norreni, al contrario dei Germani, conoscevano solo inverno ed estate e pertanto per loro Midsommer era la metà della stagione estiva. A Mezza Estate viene celebrato il giorno più lungo dell’anno e il notte più corta. Il buio e il freddo dell’inverno sono ormai passati e le giornate sono piene di vitalità e la vita. Il simbolo di Mezza Estate è il Grande Falò i falò che bruciano tutta la notte. Ci si riunisce per celebrare i giorni caldi, ballando intorno al Falò. Musica, birra, idromele fanno parte integrante di questo momento gioioso. Ci si concentrano sull’amore e sulla fertilità con significativi aspetti sessuali. Si saltano piccoli falò predisposti all’occorrenza, sul fuoco benedetto dagli Dei e dagli Antenati.

Molte inoltre sono le implicazioni energetiche e magiche relative a questo momento che si accomuna al Rito del Solstizio d’Estate, facendone un momento particolarmente apprezzato.

Midsummer non è da confondere con la celebrazione di Sigrblót (l’ultimo dei tre principali blót), il cui sacrificio propiziatorio veniva tenuto sul far dell’estate e in luna crescente. Era questo invece il momento in cui venivano fatti sacrifici e offerte a Odino per ottenere vittoria in previsione delle future scorrerie che si sarebbero tenute di li a breve.

Nota importante

Immagine acquisita dal web




Post Correlati